La Costituzione e la Salute

La Costituzione della Repubblica Italiana del 1948 tutela “la salute come diritto fondamentale dell’individuo”, anche la Costituzione dell’Organizzazione mondiale della Sanità del 1946 specifica nel preambolo cosa si deve intendere per “salute”: “i principi seguenti sono alla base della fecilità, delle relazione armoniose e della sicurezza di tutti i popoli: la salute è uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale e non solo assenza di malattia o infermità. Il godimento dello standard più elevato di salute ottenibile è uno dei diritti fondamentali dell’essere umano!!!!

Mi fermerei un attimo a riflettere su quante volte si usa ormai nel nostro linguaggio la parola “benessere” e mi chiedo semmai gli abbiamo attribuito il significato giusto.

L’estetista ha il privilegio e la responsabilità di lavorare sul corpo umano, di apportare quel senso di benessere di cui si parla, lavora nell’istituto classico, oppure nella SPA (salus per acquam) salus ovvero salute!!!!

Personalmente lavoro da anni con tecniche e discipline di tipo manuale e trovo che il massaggio (rivisto e riproposto in tutte le sue specificità) è un approccio non solo estetico, ma è il mezzo terapeutico secondo me più efficace e meno invasivo per accostarsi all’individuo umano nella sua sfuggente interezza e globalità. Lavorando in questa ottica è chiaro che l’estetista dovrebbe essere una profonda conoscitrice del suo campo per avere la possibilità di avvicinarsi al cliente adeguando la tecnica più giusta alla sua problematica per poterlo indirizzare se fosse necessario ad altri professionisti quando la circostanza lo richiede.

Molto di frequente mi capita che i miei clienti mi chiamano e mi chiedono se possono passare a salutarmi o se solo 5 minuti per parlare con loro, per farmi conoscere i loro figli o i loro compagni ecc. e leggo nei loro occhi un senso di umile ringraziamento per averli aiutati attraverso un trattamento a scaricare una tensione.

Quanto è importante il contatto umano?!

Le nostre mani possono innescare un processo di cambiamento nell’individuo con conseguente liberazione di emozioni bloccate fino a ripristinare la forza dell’auto guarigione!

Tutto questo ci può rendere orgogliosi, ma non siamo delle guaritrici; nessuno po’ guarire nessuno, ognuno può guarire se stesso, abbiamo però un ruolo importante: ascoltando con umiltà possiamo “ungere gli ingranaggi” che lo stress e la vita moderna e quant’altro si depositano all’interno del corpo umano, gli stessi che si rimettono in moto e producono “benessere”. Per tutto questo non basta essere preparati, bisogna aggiungere la passione.

In quest’ultimo anno sto seguendo insieme ad altre colleghe le nuove proposte di legge che regolamentano la nostra attività.

Credo che si debba riconoscere a questa figura professionale un ruolo “sociale” che si è guadagnato sul campo. Basta pensare che nessuno si presenta in video se prima non è passato dall’estetista, nessuno si sente a proprio agio con i peli! Che lo si voglia ammettere o no ma è l’immagine che ci da sicurezza.

E’ giusto quindi, prendere in considerazione il nuovo mercato (per fortuna sempre in crescita) con tutte le richieste e adeguare a tutto ciò un percorso di formazione giusto (io sono per un corso di laurea breve), tutto per migliorare sia la qualità del servizio e soprattutto per dare luce ad una attività spesso bistrattata e confusa.

Delia Di Ciocco

By |2018-10-15T17:36:36+00:00June 5th, 2018|Delia Beauty Spa|0 Comments

Leave A Comment